Torta di pesche

INGREDIENTI:torta di pesche con titolo

115 grammi di margarina (ma va benissimo anche il burro)

225 g  + 110 g  di zucchero

3 uova medie

260 g di farina

260 ml yogurt

vaniglia

1 cucchiaino di bicarbonato

1 cucchiaino di lievito (abbondante)

1/2 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di cannella

3 pesche grandi pelate e tagliate a spicch

 

D’estate, si sa, a volte la prospettiva di accendere il forno non ci sembra proprio allettante ma questa profumatissima e soffice torta merita questo piccolo sacrificio :-)

 Preriscaldare il forno a 180° , imburrare ed infarinare una teglia di 22 cm circa.

Tagliate le pesche a spicchi e pelatele ( la cuoca ha usato le pesche noci).

In una terrina mescolate  per 5 min con lo sbattitore elettrico il burro a temperatura ambiente, e 225 grammi di zucchero. Poi aggiungete una per una le uova avendo cura di  continuare a mescolare, ma a bassa velocità, poi incorporate lo yogurt e la vaniglia.

In un recipiente separato mescolate la farina con il sale, il lievito ed il bicarbonato di sodio e poi mescolando continuamente versate gli ingredienti secchi nell’impasto.

Mescolate il resto dello zucchero con la cannella in una tazza, poi versate metà dell’impasto nella teglia, copritelo con metà delle pesche e spolverizzate abbondantemente il tutto con lo zucchero aromatizzato. Coprite con il restante impasto e disponete le pesche rimanenti in modo grazioso, a raggiera per esempio :-) Completate cospargendo nuovamente  di zucchero ed infornate per 50 minuti.

Fate attenzione alla temperatura: deve essere costante e non avere picchi :-)

Se , dopo una mezzoretta, la torta dovesse essersi scurita troppo in superficie socchiudete velocemente  il forno e copritela con un foglio di carta da forno, poi completate normalmente la cottura

La prova dello stecchino è sempre valida.

La parte più difficile della ricetta consiste nell’attendere che la torta si raffreddi bene su una gratella prima di assaggiarla :-)

Si conserva bene a temperatura ambiente per qualche giorno, se chiusa in un contenitore oppure farà un gran figura su una bella alzata sotto la classica campana di vetro.

 

PS: se vi piace potete servirla calda, yum yum.

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *