Torta pinacolada- Ananas&cocco

Volete disperatamente l’estate con i suoi aperitivi al tramonto ma, nonostante sia Maggio, in città diluvia tragicamente?

Questa è la vostra soluzione: preparatevi un’ pezzo d’estate con questa torta!

 

INGREDIENTI:

100g  Farina di cocco- cocco rapè 100g ( sentitevi liberi di cambiare la proporzione tra le due farine a piacimento)torta ananas e cocco ita

180g farina integrale ( La Cuoca ha usato quella del Patto della Farina del Friuli Orientale )

160g Burro a temperatura ambiente

4 uova a temperatura ambiente

120g di zucchero di canna grezzo

120 ml di sciroppo di ananas ( io ho usato quello nella scatola ma se voi usate l’ananas fresco sentitevi liberi di sostituirlo con il latte normale, o quello di cocco)

200 g di ananas

Estratto di vaniglia di buona qualità

1 busta di lievio per dolci ( 15 g circa )

Caramello quanto basta per coprire il fondo dello stampo ( la ricetta per prepararlo la trovate qui)

 

PROCEDIMENTO:

 

Preriscaldate il forno a 180° e foderate lo stampo con la carta da forno, la Cuoca ne ha usati due da 18 cm ma potete usarne anche uno solo più grande.

Spalmate il fondo dello stampo con il caramello e adagiatevi sopra alcune fette di ananas in una forma che vi sembra graziosa, poi tagliate a pezzettini quello che vi rimane e tenetelo da parte.

Montate il burro con lo zucchero fino a che è ben spumoso e poi aggiungete le uova una ad una continuando a montare. Successivamente procedete incorporando la farina ed il lievito, l’estratto di vaniglia e per ultimo il cocco rapè. Alla fine aggiungete l’ananas a pezzettini che avete preparato prima.

Versate il composto nello stampo e fate cuocere per circa 45 minuti, la prova dello stecchino è sempre valida.

Una volta pronta tirate fuori la torta e capovolgetela ancora calda su una gratella, fate attenzione però: se in forno è lievitata un po’ più al centro una volta capovolta tenderà ad “aprirsi” come la corolla di un fiore. Io per ovviare al problema uso sempre stampi apribili a cerniera e ri infilo la parte dei bordi in modo da tenerla insieme fino a raffreddamento avvenuto, tanto la parte problematica da staccare è il fondo  :-)

Et voilà, l’estate è servita!

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *